Pubblicato da: F.C.N. | 19 luglio 2010

Il Mimastorie See’n’Say

Il Mimastorie See'n'Say

Il Mimastorie See’n’Say

Il Mimastorie della serie See’n’Say è un moderno prodigio della tecnologia che per l’Archivio è divenuto una sorta di totem primitivo, come lo potrebbe essere una radiolina a transistor perduta nella giungla da un esploratore e ritrovata da un indigeno, divenuta il feticcio della sua tribù: la voce stentorea del Mimastorie sembra infatti quella di un dio che ci impartisce i suoi voleri, a cui l’abastoriano si sottomette incondizionatamente. E il See’n’Say, come familiarmente lo abbiamo sempre chiamato, assume proprio questo ruolo liberatorio, catartico, di rito tribale collettivo, rito religioso, quindi, se la cultura e la civilizzazione dell’abastoriano non lo rendessero consapevole e smaliziato, ma diabolicamente tentato ad adorare davvero come una divinità pagana questo oggetto misterioso.
Il Mimastorie See’n’Say è un antico prodotto della Mattel, divenuto oramai uno dei simboli stessi della convivialità abastoriana. Si tratta di un “libro” di plastica, che all’interno nasconde un “sofisticato” meccanismo per insegnare a contare. Fin qui non sembrerebbe nulla di particolarmente entusiasmante: un gioco didattico come ce ne sono tanti altri, in grado di svolgere degnamente il proprio compito e destinato ad essere facilmente dimenticato una volta superata quella prima fase pre-scolastica. Ma non è così perché Il Mimastorie ha dalla sua la capacità di sedurre diabolicamente e incantare chiunque abbia la (s)fortuna di trovarselo tra le mani: così come il cubo magico di Hellreiser, trascina il possessore in un nuovo mondo di perversione.
Per altro il ritrovamento stesso dell’oggetto è avvolto dalla leggenda, un dono degli dei trasmesso ai comuni mortali per intercessione di un moderno Prometeo. Il Mimastorie See’n’Say è stato ritrovato una domenica autunnale di un po’ di anni fa al Mercatino dei bambini di Pordenone (dove non si vendono bambini, ma sono invece i bambini a tenere un enorme mercato di giocattoli usati). Meraviglia delle meraviglie, provato una volta ci ha immediatamente incantati, e fatto nostro, ci siamo messi subito a provarne i comandi in mezzo alla piazza!

Il Mimastorie See'n'Say

Il Mimastorie aperto

Ma quali comandi? Il complesso funzionamento dell’oggetto prevede alcuni tasti da premere in sequenza (o anche no), ognuno dei quali impartisce una serie di comandi vocali diversi, quali ad esempio: “fai il mostro”, “vai a passo di marcia”, “di’ il tuo nome”, “di’ miao miao”, “fai le boccacce”, ecc. Il seguente tasto dirà quante volte eseguire questo comando, combinando alla fine una sequenza ogni volta diversa di cinque istruzioni, che andranno a comporre il complesso rituale da eseguire collettivamente sotto la guida di un esperto sciamano (così come per le droghe psichedeliche: mai farlo da soli!). Altri due tasti permettono di ripetere in un sol colpo l’ultima sequenza messa assieme, ed infine il tasto “Sorprese”, esegue una sequenza a random, aggiungendo spesso delle frasi (“Che spasso ragazzi!”), non presenti nei tasti normali.
È bastato riunire qualche abastoriano davanti a questo bellissimo gioco, e Il Mimastorie See’n’Say si è presto trasformato in un rito collettivo dionisiaco eseguito per la prima volta nel 2003 durante l’AbasTour e che da allora, periodicamente, riproponiamo come esperienza mistica collettiva. L’ultima cerimonia si è svolta nell’aprile di quest’anno, e ha visto file di serissimi professionisti lanciarsi con convinta partecipazione nella quanto più precisa esecuzione dei comandi impartiti dal Supremo Libro Sacro Abastoriano.

See’n’Say© è il nome dato a una serie di prodotti prescolastici prima della Mattel e ora della sua sussidiaria Fisher-Price (che è anche l’attuale produttrice del View-Master), che si distingue per i caratteristici giochi con la “ruotona” centrale parlante che legge le lettere dell’alfabeto o insegna a contare,  e di cui La Fattoria Parlante è probabilmente il prodotto più celebre e diffuso, almeno in Italia (negli USA esiste anche un See’n’Say di Elmo di Sesame Street!).
Questa antico See’n’Say ha invece il sapore di un severo antenato, capostipite e certamente più interessante e meno banale di un gioco che si limita a riprodurre i versi degli animali. Ma è forse proprio per questa sua caratteristica di impartire degli ordini che è stato tolto dalla produzione? O forse perché insegna a “fare le boccacce” e “fare il mostro”, distogliendo così i pargoli dalla severa disciplina del galateo? O ancora perché impartendo l’ordine di andare “a passo di marcia” istiga lontane aspirazioni a regimi totalitari militari? Non lo sappiamo, sappiamo solo che la magia del See’n’Say antico risplende nell’Archivio Abastor come uno degli oggetti più preziosi e ammirati.

Scheda:
nome: Il Mimastorie
linea: See’n’Say
casa: Mattel
anno: 1991

Collegamenti
Fisher-Price Toys – See n Say Products (sito americano)
Fisher-Price (sito italiano)

Annunci

Responses

  1. non c’è casa di signorinetta snob che si rispetti senza il suo mimastorie.

  2. Io però avrei voluto metterci anche un mp3 per far ascoltare i suoni del giocattolo… ma su WordPress ogni extra si paga!
    😦

    Ci vorrebbe un servizio che mi permetta di farlo: caricare mp3 e fornire una riga di codice da inserire nel blog per riprodurlo. Secondo me esiste. Oppure lo faccio scaricare direttamente da un servizio di file sharing…

    Che strano formato hanno però i commenti in questo tema…

    • già.

      • Ci sono altri due temi che mi piacciono abbastanza (modificare i CSS è un’altra di quelle cose a pagamento di WordPress), ma finora ne ho provato soltanto uno e devo dire che preferisco comunque questo.

        Non so.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: