Pubblicato da: F.C.N. | 25 ottobre 2010

I Gatti di Vicolo Miracoli

I Gatti di Vicolo MiracoliRistampa in economica per la Ri-Fi – Penny del 1978 del primo album dei Gatti di Vicolo Miracoli stampato nel 1972 su etichetta Variety – una sussidiaria sgaggia della Ri-Fi dedicata al cabaret – e ripubblicato nel momento in cui i Gatti stavano riscuotendo un certo successo grazie alla loro partecipazione alla trasmissione televisiva Non Stop – significativo a questo proposito è il disegno in copertina rappresentante quattro gatti, quando, invece, all’epoca della registrazione del disco erano in cinque: Gianandrea Gazzola, Elizabeth “Spray” Mallaby, Umberto Smaila, Jerry Calà e Nini Salerno. Riguardo i Gatti di Vicolo Miracoli infatti bisogna fare una doverosa considerazione: i Gatti di Vicolo Miracoli degli inizi, cioè dei primissimi anni settanta, non sono i Gatti di Vicolo Miracoli che abbiamo avuto modo di conoscere tra televisione e cinema. Già all’epoca del loro secondo album In caduta libera del 1975, ben prima che si affacciasse la fama portata dalla tv, la formazione era cambiata entrando Franco Oppini e andandosene Gianandrea Gazzola e la bella Elizabeth “Spray” Mallaby.
La differenza tra le due formazioni è radicale, non tanto per la presenza di Franco Oppini, che non influenzò particolarmente lo stile del gruppo e che era già era entrato ed uscito in precedenza, né per la presenza della delicata voce femminile della Mallory, che ingentiliva senza dubbio lo stile del gruppo, quanto soprattutto per la separazione dai Gatti di Gianandrea Gazzola. Gazzola, infatti, è l’autore di tutte le canzoni di questo disco, solo in parte assieme a Umberto Smaila. Si può parlare così di due diversi e ben distinti Gatti di Vicolo Miracoli: quelli di Gazzola e quelli di Smaila (anche se, nella seconda formazione, autori di brani musicali e sketch saranno i quattro assieme), la cui differenza è paragonabile a quella che c’è tra i Damned punk di Captain Sensible e quelli dark di Dave Vanian (tanto amo i primi quanto schifo i secondi). Uno stile cabarettistico, molto più gustoso e raffinato, quello di Gazzola, con punte di velato romanticismo (che possiamo ritrovare in questo album in brani come Michelino o L’ultimo fiore), sbragato e a tratti anche, bisogna dirlo, un po’ scemotto, quello dei Gatti nella formazione a quattro.
Questo album ce ne restituisce la freschezza, l’originalità e la vivacità, con canzoncine da café chantant dal sapore retro, come Donna Teresa o la sbarazzina Sporcami la coscienza Pamela. Una satira amara – quella vera e che sa far riflettere, ma senza essere neppure troppo politicizzata – la possiamo ritrovare nella canzone 2 milioni di Marchi, mentre una comicità dalla sardonica verve nelle splendide Storia di un lavoratore che rimane vittima delle disgrazie più cattive.. e Il barone Cefalù (“il barone Cefalù, relegato all’isola di Ponza, con un giunco di bambù, titillava le mosche sulla panza”). Chiude Il piccolo naviglio, divertente e ironica, con punte d’irriverente satira, storia dell’unità d’Italia che arriva fino agli anni ’60 del novecento (si conclude con il disastro del Vajont del 1963), a cui partecipa tutto il gruppo, alternandosi abilmente nelle varie parti e che i Gatti ripresero sei anni più tardi in televisione (è possibile vederne una versione nella seconda serie di Non Stop, se non erro del 1979). Brillante e spumoso stile cabarettistico che si può gustare anche nello sketch La famiglia dei Gobbon. Insomma, un gioiello perduto che vale la pena riscoprire.

Scheda
autore: I Gatti di Vicolo Miracoli
titolo: I Gatti di Vicolo Miracoli
casa discografica: Ri-Fi – Penny
numero catalogo: REL ST 19369
anno: 1978
formato: LP 12″ a 33 giri

Annunci

Responses

  1. Già pubblicato su Abastor Daily.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: