Pubblicato da: F.C.N. | 12 gennaio 2011

Boots & Books

Dr. Martens Air Wair

Dr. Martens Air Wair

Che il sottoscritto abbia una predilezione fanatica, a livello quasi di idolatria, per l’anfibio con cuscinetto d’aria – che ha da poco compiuto i cinquant’anni – e che nella sua scarpiera figurino praticamente solo modelli di questa calzatura, avrà per voi lo stesso peso della notizia dell’ubriacatura di Paris Hilton al carnevale di Rio del 2010. Tuttavia, se questa storica scarpa, simbolo delle sottoculture alternative, non vi lascia del tutto indifferenti, conoscerne storia, evoluzione e aneddoti correlati, non potrà che risultare interessante e dilettevole.
Martin Roach, appassionato di musica alternativa e della storia delle sue formazioni, ha dedicato due bei volumi a raccontare la cronaca di questo storico marchio di scarpe tedesco-britannico, nato da un brevetto del medico bavarese Klaus Maertens e, a partire dagli anni sessanta, commercializzato dalla R. Griggs & Co. di Wollaston, in Inghilterra, anglicizzando il nome del suo inventore.
Il primo volume, del ’99, più ricco di belle illustrazioni, ci offre ritratti di celebrità e sottoculture giovanili legati all’anfibio, mentre il secondo volume ci regala una lettura più approfondita ed esaustiva, facendoci scoprire come l’invenzione del Dr. Maertens, scaturita da un suo infortunio sciistico sulle Alpi Bavaresi durante la II Guerra Mondiale, indossata inizialmente dalle casalinghe tedesche, per divenire la calzatura dei lavoratori britannici durante gli anni ’60, sia infine divenuta la scarpa simbolo di skinhead, punk, dark, grunge, e alternativi in genere a partire dalla fine degli anni sessanta.

Dr. Martens - The Story of an Icon

Dr. Martens – The Story of an Icon

Qui scopriamo, ad esempio, come i mod abbiano incominciato ad indossare i “Doctors” perché Pete Tounshend li esibiva sul palco o come gli skinhead ne abbiano fatto un feticcio da tener curato in modo maniacale. O ancora, l’influenza avuta dal film di Kubrick Arancia Meccanica sui costumi dei giovani britannici, portando gli imitatori dei droogs biancovestiti ad emularne la mise indossando anfibi Doctor Martens su pantaloni candidi.
Oppure come possa essersi verificato il paradosso che i giovani di sinistra anglosassoni degli anni settanta avessero adottato le scarpe Doctors a tre buchi, mentre i poliziotti indossavano gli stivaletti a 8 buchi e gli skins quelli alti a 12 fori. Volumi introvabili in Italia, ma disponibili anche per pochi centesimi nelle solite fonti internettare estere che non ho voglia di pubblicizzare.

Raccomandato.

Scheda
titolo: Dr. Martens Air Wair
autore: Martin Roach
casa editrice: Airwair Limited
anno: 1999
lingua: inglese

titolo: Dr. Martens: The Story of an Icon
autore: Martin Roach
casa editrice: Chrysalis Impact
anno: 2003
lingua: inglese

Collegamenti
Dr. Martens su Wikipedia

Annunci

Responses

  1. vorrei sapere di più sull’ubriacatura di Paris Hilton al carnevale di Rio del 2010…
    eh eh eh

  2. Qui c’è un servizio con tanto di filmati!
    Carnevale 2010 di Rio de Janeiro: Paris Hilton ubriaca, il video | Haisentito


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: